I 10 buoni propositi dei maturandi per il 2015

Anche quest’anno siamo ormai a dicembre: c’è chi si corre a comprare gli ultimi regali, chi scrive letterine a Babbo Natale e chi si prepara a salutare mesi e mesi di dieta a base di yogurt e barrette di soia sperando di riuscire nella (vana) impresa di digerire il micidiale cenone. Poi, naturalmente, c’è chi continua a lambiccarsi su come andrà a finire il giallo della commissione #Maturità2015 e chi inizia a rendersi conto che, nonostante siano passati 3 mesi, non ha ancora fatto nulla per aiutare il miracolo a concretizzare la conquista del tanto agognato 60. Ma quali sono (o dovrebbero essere) i buoni propositi dei maturandi per l’anno venturo?

studente-natale1. Leggere, leggere, leggere. Articoli di giornale, saggi di politica, romanzi in lingua, riviste dal parrucchiere, non importa. Sì, ben accetti anche i manga e i fumetti. Leggete tutto quello che vi capiterà sotto mano: se proprio non avete il pallino per la crescita della cultura personale, fareste meglio a ricordarvi che alla prima prova, nonostante tutti i toto-tema che impazziranno su internet, sarà in gioco l’imponderabile: una buona preparazione potrà evitarvi la classica “arrampicata sugli specchi” in brutto stile e vi risparmierà di gran lunga la trasformazione dei temi in classe in sinistre copie dei dipinti sul massacro del Sand Creek.

2. Preparare la tesina. Anche se il momento dell’esame vi sembra così meravigliosamente lontano, iniziate a preparare la tesina con il dovuto anticipo, in modo da poter eventualmente chiedere aiuto ai professori. Scegliete un argomento: un lavoro autonomo sarà sicuramente più apprezzato.

3. Non temere la terza prova. Non troppo, almeno. E’ vero che spesso i quesiti a risposta aperta vertono su argomenti facilmente riassumibili come la trattazione sintetica delle Sacre Scritture o la nascita dell’universo, ma i professori tendono ad essere più comprensivi che non nel resto dell’anno. Ciò non significa, però, che la patente da fannullone cronico vi permetterà di conseguire la sufficienza.

4. Maturando, stai sereno. Studia, disperati, fatti venire delle crisi isteriche. E’ normale. Ma senza esagerare. In fondo, appena passata, la maturità è sempre stata sfruttata da generazioni di studenti come simpatico e vago ricordo da disseppellire nelle rimpatriate tra compagni o da narrare ai posteri.

5. Niente panico sui commissari. Ok, a nessuno è ancora dato sapere se saranno tutti interni, tutti esterni, fifty-fifty o come diamine sarà composta questa benedetta commissione di maturità. Ricordati però che non sei di fronte a un plotone d’esecuzione e nessuno aspetta con ansia il momento per esultare davanti alla vostra imminente disfatta (no, neanche i più odiosi dei commissari interni).

(altro…)

Commissione Maturità: forse le modifiche partiranno dalla Maturità 2016

Ben tornati, ragazzi, ed eccoci qui con il quarto episodio della saga Maturità 2015 – Commissione d’esame. Nelle puntate precedenti, dalla trama non sempre facile da seguire, più volte è stato messo in discussione il ruolo dei commissari esterni, alla luce sia della loro effettiva efficacia sia delle disquisizioni di carattere economico. Ci eravamo lasciati nella previsione, quasi affermata, che ancora per quest’anno scolastico le commissioni d’esame sarebbero state miste.

Quello che è successo in questi ultimi giorni, tuttavia, rimanda tutti all’oscurità del dubbio. Infatti, è stato approvato alla Camera un emendamento della Legge di Stabilità il cui testo stabilisce che “con decreto del ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca da adottare entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, sono disciplinati, con effetto dall’anno 2015, i nuovi criteri per le definizione della composizione delle commissioni d’esame delle scuole secondarie di secondo grado“.

commisione esame maturità

(altro…)

Seconda prova Maturità 2015: ecco le nuove materie

Il premier Renzi l’aveva annunciato: per la maturità 2015 le novità saranno poche e, dopo tutto il trambusto creato dalla notizia, sembra ormai certo che le commissioni d’esame rimarranno composte da membri misti, come negli anni scorsi.

Alcuni  cambiamenti sono però inevitabili, dal momento che quest’anno arriveranno all’Esame di Stato le classi partite con la riforma Gelmini, e perciò il MIUR sta lavorando in questi giorni per emanare un regolamento adeguato, modificato in tal senso.
Secondo le prime indiscrezioni, i cambiamenti riguarderanno solamente la seconda prova scritta che sarà strutturata in modo da riguardare le materie strettamente caratterizzanti di ogni indirizzo ed orientata a valutare le specifiche competenze degli alunni nell’ambito scelto.

Per farla breve, ad ogni indirizzo verranno abbinate una o più materie caratterizzanti che verranno poi sorteggiate a Gennaio per decidere quale sarà effettivamente quella della Seconda Prova di Maturità 2015.

maturità 2015

(altro…)

Medicina, ancora errori: “Questo test non s’ha da fare!”

Il 29 ottobre naufraga anche la seconda opportunità per gli aspiranti camici bianchi: a poche ore dallo svolgimento del primo concorso nazionale di Medicina, organizzato in seguito alla sentenza del Tar del Lazio sulle irregolarità del test di aprile, vengono alla luce nuovi errori (stavolta commessi dall’alto) che contribuiscono ad annullare definitivamente anche la seconda prova.

medicina2014quiz

(altro…)